giovedì 30 settembre 2010

Aspettando Post Mortem con H.P. Lovecraft

Lunedi 4 Ottobre su Nero Cafè "Post Mortem" con H.P. Lovecraft

mercoledì 29 settembre 2010

Corpi Freddi - Itinerari Noir

"Corpi Freddi - Itinerari Noir" ciclo di incontri con presentazione di vari autori alla Libreria Rinascita Ostiense (Via Prospero Albino 48 Roma) tra cui la scrittrice Marilù Oliva da noi recentemente intervistata. Il calendario: 9 ottobre Marilù Oliva, 16 ottobre Eugenio Tornaghi, 23 ottobre Maurizio De Giovanni, 30 ottobre Luigi Bernardi e Antonio Paolacci, 6 novembre Cristina Zagaria, 13 novembre Enrico Pandiani, 20 novembre Alberto Custerlina, 27 novembre Elisabetta Bucciarelli.

I Finalisti del Crime Story Slam

Resi noti i finalisti del Crime Story Slam organizzato dal festival La Passione per il Delitto. La giuria composta da Elisabetta Bucciarelli, Laura Crippa, Patrick Fogli, Silvia Peruch, Cecilia Scerbanenco, Carmela Tandurella e Franca Villa hanno scelto i 15 racconti di genere che si affronteranno in finale il 10 ottobre a Villa Greppi. I finalisti: Elena Grebaz, Stefano Sgambati, Ariberto Terragni, Emma Lo Duca, Emanuele Piccinini e Davide Borgna, Toni Marsiglia, Marco Proserpio, Marisa Ferri, Paolo Pasi, Giancarlo Montalbini, Nicoletta Longoni, Michele Amedeo, Nicoletta Sipos, Alessandro Manzetti, Angela Paternò. http://lapassioneperildelitto.blogspot.com/

Giallo Latino

Giallo Latino, Festival del giallo, noir e mistery si svolgerà a Latina dal 30 settembre al 3 ottobre presso il Museo Cambellotti. Questa edizione prevede la partecipazione di Pedro Casals, romanziere catalano, collaboratore del Ministero della Cultura del governo Zapatero, inventore dell'avvocato indagatore Lic Salinas, Paola Barbato sceneggiatrice di Dylan Dog e vincitrice nel 2008 del Premio Scerbanenco, Roberto Riccardi vincitore nel 2009 del Premio Tedeschi, insieme allo staff di Giallo Latino capitanato da Andrea G. Pincketts. www.giallolatino.com

lunedì 27 settembre 2010

Intervista con Marilù Oliva


I nostri affezionati probabilmente ti conosceranno già. Ma noi vogliamo fare un regalo a chi ancora non sa chi sei. Aiutiamoli a entrare nel mood di questa intervista. Chi è Marilù Oliva? Dicci qualcosa che ancora non sappiamo

La gente si sbaglia spesso sul mio conto, forse ingannata dall'aspetto, dalla diplomazia o dal sorriso. Perchè all'apparenza sembro una persona molto dolce e arrendevole. Invece sono determinata e difficile. E insofferente. Soprattutto non sopporto diverse categorie umane: gli snob pseudo-intellettuali e gli snob di ogni genere (a cui rammento vivamente di riflettere sulla etimologia della parola: sine nobilitate), chi compie soprusi (anche piccoli) in nome della sua posizione, gli invidiosi che anzichè rimboccarsi le maniche sparlano del successo altrui, quelli affetti da pregiudizi stereotipati, chi si piange addosso, chi non risponde quando gli si fa una domanda. E mi interrompo qui per non rendere la risposta troppo lunga...te l'avevo detto che non sono facile ;-)

Quale è il tuo rapporto con la scrittura? Cosa sono le parole per Marilù e cosa succede quando finiscono dalla mente alla carta

Le parole per me sono vita, le uso quotidianamente anche nel mio lavoro da insegnante. Sono concretezza, dunque, ma anche sogno, visione, creazione. Delle volte la scrittura è un processo immediato, spontaneo, inconsapevole. Più spesso però le parole passano sulla carta dopo avere rimbalzato nella mente per qualche settimana e solo dopo essere state disciplinate. Ho molta fantasia (negativa e positiva) che si muove nel caos più totale. L'operazione di "incasellamento" è la più complessa ma anche quella che dà più soddisfazione.

Nei tuoi libri abbiamo visto il nero più cupo mischiarsi alle tinte calde dell'America latina. Di che colore è Marilù Oliva?

Verde acqua. Se potessi scegliere un elemento in cui trasformarmi, senza dubbio sarebbe il mare, preferibilmente il Mar dei Caraibi visto da qualsiasi angolazione ;-)

Repetita è un noir puro. iTu la pagaras! è un giallo in piena regola. Il passaggio da un genere all'altro ha rappresentato più un cambiamento o un'evoluzione? E' stato necessario o naturale? Cosa pensi di aver guadagnato e cosa invece hai perduto in questa trasformazione?

In realtà le definizioni dei suddetti due romanzi si sono prestate a varie interpretazioni. C'è chi ha sostenuto che "Repetita" è avulso dai generi, chi ha assicurato che è principalmente un thriller psicologico. "iTu la pagaras!" è un giallo con deviazioni noir, nel senso che l'attenzione si sposta dalle indagini alla psicologia dei personaggi e agli eventi che la trascinano. Nel passaggio da un libro all'altro ho sentito -al di là dei generi- che la scrittura si stava evolvendo. So di aver più padronanza sul materiale e sulla struttura narrativa. Così come sono certa di aver ancora tantissime cose da imparare

Da Dante ai Borgia, i tuoi romanzi sono permeati di una componente storico-culturale costante. Sappiamo già che storia, letteratura e criminologia sono tra le tue passioni, sarebbe quindi inutile chiederti il perchè. Ci interessa però sapere se oltre alla componente di "umana passione" c'è anche una riflessione "strategica" in questa scelta. Credi che inserire certi riferimenti e citazioni possa fare la differenza rispetto a un panorama di esordienti che puzza un pò di omologazione?

No, non è una scelta strategica, anche perchè non credo sia sufficiente qualche citazione colta per sfuggire all'omologazione. Anzi, in questo mondo di opinionismi e facilonerie, aggiungere un elemento culturale è sempre rischioso. Io l'ho fatto solo per passione. Se fossi stata appassionata di nuoto, probabilmente avrei inserito qualche location in piscina! Ti faccio un esempio in "iTu la pagaras!" la protagonista è stata costretta, da una prozia arcigna, a imparare la Commedia a memoria. Lei ora all'occorrenza cita Dante ma lo fa riattualizzandolo a seconda delle necessità, quasi che Dante venisse umanizzato e si concretizzasse per darle una pacca sulla spalla. Io ero consapevole di inserire un dettaglio stridente con il libro. La mia protagonista è scanzonata, beve come una disperata e dice parolacce. Per la nostra mentalità ghettizzante Dante dovrebbe stare solo "ai piani alti" della letteratura, materia esclusiva di saggisti o italianisti coltissimi. Invece io volevo rendere più alla portata di tutti i suoi meravigliosi messaggi, come se la Commedia-oltre al suo inestimabile valore poetico, allegorico, anagogico eccetera eccetera- potesse essere anche un immenso breviario di consigli, suggerimenti, a volte sorrisi.

Repetita è stata la tua opera prima. Un romanzo tanto apprezzato da aggiudicarsi un posto sul podio nell'edizione 2010 del Premio Camaiore di letteratura gialla e noir. Eppure ha una trama lineare: un serial killer, le sue vittime, le indagini e una brillante psichiatra. E' un plot abbastanza sfruttato sia al cinema che in letteratura. Cos'è che rende Repetita diverso?

Hai ragione. Qualcuno ha sottolineato che in "Repetita" c'è qualcosa di già conosciuto, come tu hai detto, e qualcosa di molto diverso dal solito. L'opera è stata un esperimento pericoloso ma riuscito, un viaggio (per me un pò spaventoso) nella mente di uno psicopatico. Ho provato a calarmi nei suoi panni e a offrire al lettore un ritratto verosimile delle sue ossessioni, delle sue morbosità, dei suoi delitti, del suo sadismo. Il romanzo è un'antitesi: è molto scientifico ma è molto inventato. Si basa su due anni di ricerche criminologiche, è stato vagliato da una psichiatra per quanto riguarda le parti psicologiche, da un medico per quanto riguarda i momenti degli omicidi. Però nello stesso tempo, pur partendo dalla realtà e dalle biografie reali, ho lasciato molto spazio alla libera rivisitazione, sincerandomi che fosse verosimile

Il commissario Basilica esordisce in Repetita come personaggio secondario, con fugaci e rapidissime apparizioni. In iTu la pagaras! lo ritroviamo invece con un ruolo più importante, una sorta di co-protagonista della vicenda. Il suo personaggio è destinato a diventare "seriale", è prevista una nuova evoluzione di Marilù scrittrice in direzione del poliziesco?

Poliziesco nel senso stretto del termine no. Però sto già scrivendo il seguito di "iTu la pagaras!", sempre con l'ispettore Basilica a capo delle indagini e La Guerrera a decrittargli un mondo per lui indecifrabile: quello delle notti salsere e dei balli latinoamericani a Bologna.

E adesso la domanda della vincitrice del concorso intervista legato al tuo nome. Debora Spatola chiede: Vorrei sapere da te cosa e quanto c'è di tuo nei tuoi neri personaggi, e perchè ti senti attratta da una scrittura "cattiva", dalla parte buia dell'animo dell'uomo. Voglio sapere se tu sei all'interno dei libri che scrivi.
All'interno di ciò che scrivo ci finisco sempre, volente o nolente. Faccio un esempio: nel serial killer di "Repetita" non c'è nulla di autobiografico (tranne il particolare dell'emicrania, che però, nel mio caso, non è terribile come la sua). Mentre scrivevo mi sono calata nei suoi panni, ho provato empatia e ripugnanza al tempo stesso, ho cominciato a fare gli incubi di notte. Quindi in un certo senso sono stata trascinata nel suo mondo maligno. In "iTu la pagaras", invece, compaiono più elementi che mi appartengono anche in senso negativo. La Guerrera sono io, per un 50%. La sua rabbia, la sua indignazione, la sua incomprensione della gente sono le mie, poi ovviamente lei è stata estremizzata per esigenze narrative. Sono sempre stata calamitata dal nero della vita. In fondo "Repetita" è un viaggio folle verso l'origine del male individuale. In "iTu la pagaras!" il discorso si amplia e ho investigato il male in senso più corale. In questo momento sto meditando in senso laico sul significato umano e transumano del male, non so ancora se arriverò a qualche riflessione conclusiva (del resto non voglio scoraggiarmi: è da millenni che ci provano persone molto più competenti di me e non sempre son riuscite a darsi risposte esaustive!)

Per chiudere quest'intervista ti poniamo una domanda di rito in pieno stile nerocaffettiano. Marilù ha un tavolo prenotato al Nero Cafè. Chi sta aspettando?

L'ispettore Basilica. Deve dirmi a che punto è con le indagini. Se non lo incontro non posso proseguire la stesura del mio secondo romanzo della serie "La Guerrera"! Grazie Nero Cafè, un bacio. Nerissimo ovviamente.

(Nero Cafè - Laura Platamone)

2° Concorso Intervista Nero Cafè



2° Concorso Intervista Nero Cafè. Entro il 20 ottobre potete trasmetterci le vostre domande per l'intervista con la scrittrice Barbara Baraldi. Le più interessanti saranno selezionate dal nostro Staff per essere inserite nella scaletta dell'intervista. La domanda più originale sarà premiata con una copia del libro "Scarlett" di Barbara Baraldi con dedica dell'autrice. Potete inviare le vostre domande all'indirizzo email nerocafe@live.com oppure attraverso l'area discussioni del nostro profilo su facebook. Il 1° Concorso Intervista Nero Cafè è stato vinto da Debora Spatola che si è aggiudicata una copia del libro "Repetita" di Marilù Oliva con dedica dell'autrice.

domenica 26 settembre 2010

La Passione per il Delitto








Come avevamo già segnalato tempo fa, inizia oggi la nona edizione del Festival dedicato alla letteratura gialla "La Passione per il Delitto", che si terrà fino al 10 ottobre a Villa Greppi di Monticello Brianza (LC). Un programma ricco di iniziative, incontri con autori, presentazioni, spettacoli teatrali, corsi di scrittura creativa. Tra i partecipanti Loriano Macchiavelli, Elisabetta Bucciarelli, Alan D. Altieri, Valerio Varesi, Teresa Solana e tanti altri. All'interno del Festival ci sarà la finale della sesta edizione del Premio Azzeccacarbugli al romanzo poliziescro e il Crime Story Slam, una gara tra brevi racconti di genere letti in diretta in pubblico, con finale in programma il 10 ottobre. Per maggiori info: http://www.lapassioneperlidelitto.it/

sabato 25 settembre 2010

Recensione: La Sottile Linea Scura di J.Lansdale

Lansdale ci ha abituati, nel tempo, al suo stile impressionista. Attraverso le parole è in grado di rievocare suoni, odori, immagini di un America in stato confusionale, nell'epoca dei conflitti razziali, come nel bellissimo "In fondo alla palude", tanto per citare un altro dei suoi romanzi più riusciti. La Sottile Linea Scura si colloca in questo filone in maniera violenta e, quando giriamo l'ultima pagina, lo facciamo con la consapevolezza di avere imparato qualcosa di quel tempo, di quei luoghi, della gente che vi viveva. A raccontare questa storia è un anziano Stanley Mitchell, che ripercorre le vicende della sua giovinezza, tornando all'estate del 1958, nella cittadina di Dewmont in Texas, estate in cui il ragazzino Stanley si ritrovò di botto sparato fuori dall'adolescenza verso le realtà, a volte crude, a volte drammatiche, dell'età adulta. Questo tema, che a volte ritroviamo in altre opere di Lansdale -non possiamo non citare "L'ultima Caccia" e, di nuovo, "In fondo alla palude" -viene affrontato dapprima in maniera lieve (la scoperta dei preservativi, le prime nozioni sul sesso) poi in modo più profondo (la scoperta della diversità, nelle sue varie sfumature) e infini tragico (la consapevoleza della morte, di ciò che significa) La famiglia di Stanley abita nello stesso edificio la cui parete fa da schermo al drive-in di loro proprietà. Poco distante da qui, il ragazzino rinviene nei pressi di una casa in rovina un cofanetto con all'interno delle lettere. Da quanto vi è scritto, sembrerebbero lettere d'amore. Per lui e sua sorella Callie inizia una divertente indagine per capire a chi possano essere appartenute, ma si renderanno conto troppo tardi di essere incappati in un segreto che ha radici in una delle giornate più buie di Dewmont. Una notte di molti anni prima, nella stessa notte morirono due ragazze, una bruciata viva nella stessa casa di cui Stanley ha rinvenuto i resti, l'altra schiacciata da un treno a qualche miglio di distanza. Stanley riuscirà a coinvolgere nelle sue indagini il vecchio proiezionista di colore Buster Abbott Lighthorse Smith, dal quale finirà per imparare moltissime cose sul ruolo della gente nera negli stati del sud. Insieme scaveranno nel passato della gente di Dewmont, riuscendo a portare a galla segreti morti e sepolti, e risvegliando scomodi scheletri negli armadi. Vi è una nota drammatica che accompagna la narrazione dall'inizio alla fine, una sorta di sensazione che ci conduce per mano dentro a un intrico di violenze e misteri sempre più fitti. Finiamo per amare il giovane Stanley, Callie, i genitori sempre pronti a difenderli, il vecchio Buster, la grassa e gioviale Rosy Mae, governante e amica dei due ragazzi, e persino il prode cane Nub, che più di una volta toglierà Stanley dai guai. Nel complesso La Sottile Linea Scura si traccia nella vita di Stanley in modo indelebile, consentendogli di attraversare quel limite che separa la sua innocenza dal mondo vero, un mondo che dovrà imparare ad affrontare per non restarne stravolto. Assegniamo 5 coltelli (Nero Cafè - Daniele Picciuti)

venerdì 24 settembre 2010

Lovecraft Dream

Il Sogno di Volare



A novembre in libreria il nuovo romanzo di Carlo Lucarelli "Il Sogno di Volare" (Einaudi). Un altro noir che ha come protagonista l'ispettore Grazia Negro, stavolta diventata madre, o meglio ragazza madre. Ci sarà un nuovo killer, pieno di rabbia e senza nome. Carlo Lucarelli rende di nuovo protagonista la musica, dopo Almost Blue e Chet Baker, Un Giorno dopo l'altro e Luigi Tenco, stavolta Il Sogno di Volare è una canzone di Andrea Buffa.

giovedì 23 settembre 2010

BURIED il Trailer

Buried - Sepolto

A ottobre nei cinema il film"Buried" di Rodrigo Cortes con Ryan Reynolds. Film in selezione al Sundance Film Festival. Un uomo si trova rinchiuso in una cassa di legno a tre metri sotto terra con un cellulare, una matita ed un accendino. Grazie a questi tre elementi deve capire come è finito in quella cassa, per quale motivo e come potersi liberare. Mentre i 90 minuti di aria scorrono veloci. Ottime recensioni della critica.

mercoledì 22 settembre 2010

Devil Red

il 30 settembre in libreria "Devil Red" (Fanucci) di Joe R. Lansdale il nuovo episodio della fortunata serie noir della coppia di investigatori antieroi Hap e Leonard. Lansdale è autore di oltre venti romanzi e circa duecento racconti, ha ricevuto moltissimi premi e riconoscimenti tra cui l'Edgar Award e il Bram Stoker Horror Award. Il suo stile, che ricalca i variegati interessi di grande lettore, è particolarissimo. Pungente e dissacrante ma anche ironico e poetico. Lansdale spazia dalla fantascienza all'horror al noir fino al western. Il suo primo romanzo (Atto d'Amore) vede la luce nel 1980.

martedì 21 settembre 2010

Nuovo Romanzo di Camilleri

Nuovo Romanzo di Andrea Camilleri, "L'intermittenza" (Mondadori). Un 2010 davvero prolifico per l'autore, dopo "il Nipote del Negus" (marzo) "La Caccia al Tesoro" (maggio) e "Acqua in Bocca" (giugno) scritto a quattro mani con Carlo Lucarelli. Stavolta però niente Montalbano e Sicilia, siamo in una Milano industriale, cinica e postborghese. Camilleri racconta le intermittenze della coscienza di un direttore di azienda che corre verso il successo. Una svolta narrativa interessante per lo scrittore. Sicuramente, anche stavolta e anche senza Montalbano, ci aspettiamo la solita strage di vendite alla quale Camilleri ci ha ormai abituati.

Tornaghi vincitore di NebbiaGialla 2010



Eugenio Tornaghi con "Il debito dell'Ingegnere" (Todaro) ha vinto la prima edizione del Premio NebbiaGialla per la letteratura gialla e poliziesca. Complimenti a Tornaghi a agli altri finalisti, Gianfranco Nerozzi e Enrico Pandiani. L'appuntamento è ora con la quinta edizione del festival NebbiaGialla che si terrà a Suzzara (MN) sabato 5 e domenica 6 febbraio 2011.

L'uomo di Neve



Da oggi in libreria il nuovo romanzo di Jo Nesbo "L'Uomo di Neve" (Piemme). Nesbo, autore norvegese bestseller di culto e musicista, è stato insignito di prestigiosi premi, tra cui il Glass Key Award. Il suo primo libro "Il Pettirosso" è stato votato in Norvegia come miglior crime novel e presentato al noir in Festival a Courmayeur dove ha suscitato grande interesse di pubblico e critica. L'uomo di neve è il settimo libro della serie dedicata al commissario Harry Hole. Il sito dell'autore: http://www.jonesbo.com/

domenica 19 settembre 2010

Barbara Baraldi su Nero Cafè

Presto sul nostro blog nella rubrica Black Mind l'intervista con la scrittrice Barbara Baraldi. Come autrice di Noir Barbara ha ricevuto diversi premi (Mario Casacci, Gran Giallo Città di Cattolica) e pubblicato con vari editori (mondadori, perdisapop,castelvecchi) racconti, novelle e romanzi. Ma scopriremo presto ed approfondiremo insieme il lavoro di Barbara e tutte le novità, anche questa volta sarà possibile trasmetterci delle domande per l'autrice, le più interessanti saranno inserite nella scaletta dell'intervista.

Il Trailer di Shutter Island

Recensione: Shutter Island

Corre l'anno 1954. L'agente FBI Edward "Teddy" Daniels (Leonardo di Caprio) si reca presso il manicomio criminale di Ashecliff , che sorge su un isola lontano dagli sguardi dell'autorità americana per ritrovare una donna -pluriomicida- scomparsa in modo misterioso. Teddy, affiancato dal nuovo collega Chuck (Marc Ruffalo) si troverà a dover fare i conti con l'ostruzionismo dei medici, con la ritrosia dei pazienti, con la durezza delle guardie carcerarie e con un passato di sangue che continua a perseguitarlo. Durante le indagini il Professor Cawley (Ben Kingsley) collabora pazientemente con Teddy, pur non ottenendo mai la sua completa fiducia. C'è qualcosa di pericoloso sull'isola e quando le ricerche portano i due agenti sulle tracce di un possibile complotto antigovernativo ordito da ex nazisti, gli eventi prendono una piega inaspettata. In un susseguirsi di colpi di scena, lo spettatore si trova a vorticare in un mondo fatto di inganni e sogni, dove la realtà non è mai quella che sembra. Martin Scorsese riesce a creare, con questo film, un opera di alta fattura che mescola momenti di raffinata poesia all'angoscia del non detto; da thriller psicologico Shutter Island assume a tratti le fattezze di una ideologia filosofica che è anche la ricerca della verità sul bene e sul male. Cosa è vero e cosa no? Quale realtà è giusto vivere? In quale mondo dovremmo scegliere di credere? In quello che tocchiamo o in quello che abbiamo dentro? E dove, i due mondi, arrivano a convergere? Leonardo Di Caprio offre l'ennesima prova della sua bravura, riuscendo convincente in ogni momento del film, in ogni sguardo, ghigno o lacrima. Siamo con lui per tutto il film, non lo molliamo un istante. I suoi sogni diventano il nostro incubo. Come lui vogliamo arrivare alla verità, a tutti i costi, aspettativa questa che non verrà delusa. Bellissimi la fotografia, la colonna sonora, il montaggio. In questo film non c'è nulla che non sia al proprio posto, tutto contribuisce a proiettare lo spettatore sull'isola, sotto una pioggia torrenziale o tra gli spruzzi delle onde che si infrangono sulla scogliera, nei tunnel bui del manicomio o nei sogni distorti di Teddy. Un film da non perdere, soprattutto per gli amanti del genere. Assegniamo 5 coltelli. (Nero Cafè - Daniele Picciuti)





Le Rubriche di Nero Cafè

Nascono le rubriche di Nero Cafè, spazi "seriali" dedicati ad approfondimenti, interviste e recensioni. "Post Mortem" interviste immaginarie ad autori del passato (Alessandro Manzetti) "Black Mind" interviste ad autori e personaggi di genere con inserimento delle domande piu originali dei lettori (Laura Platamone), "Il Terzo Occhio" recensioni di libri e film (Daniele Picciuti). Le recensioni del Terzo Occhio saranno completate dalla assegnazione di un punteggio sintetico: 1 coltello (vacuo) 2 coltelli (discreto) 3 coltelli (buono) 4 coltelli (ottimo) 5 coltelli (supernoir) 5 coltelli e 1 mannaia (capolavoro)























Daniele Picciuti entra in Nero Cafè



Daniele Picciuti, autore e appassionato del genere entra nella redazione di Nero Cafè. A Daniele sarà affidato lo spazio seriale "Il Terzo Occhio" dedicato alle recensioni di libri e cinema che vedrà a breve l'esordio sul nostro Blog con un pezzo sul film "Shutter Island" di Martin Scorsese. Benvenuto a Daniele!

sabato 18 settembre 2010

Grado Giallo 2010


Si svolgerà dal 1 al 3 ottobre la 3° edizione di Grado Giallo, il festival letterario dedicato al genere giallo e noir. Incontri, conferenze, laboratori ed eventi gastronomici a tema. Quest'anno particolare spazio verrà riservato anche al cinema con la presentazione delle versioni originali con sottotitoli in italiano di due episodi della serie il Commissario Laurenti e con l'originale del film Corriere Diplomatico di Henry Hathaway ambientato tra Salisburgo e Trieste. Tra gli autori che parteciperanno al festival Valerio Varesi, Loriano Machiavelli, Franco Forte. http://www.grado.info/

venerdì 17 settembre 2010

VI Festival della Letteratura del Crimine - Genova


Una tre giorni dedicata alla letteratura del crimine, dal 25 al 27 novembre a Genova presso il Palazzo Stella. Interverranno autori ed editori per incontri e dibattiti. Vari eventi correlati, tra cui la mostra criminalistica, il tour del crimine e laboratori didattici. Per ulteriori info e approfondimenti rimandiamo al sito dell'associazione organizzatrice dell'evento http://www.satura.it/

giovedì 16 settembre 2010

Il Gambero Nero


In ristampa "Il Gambero Nero Ricette dal Carcere" (Cibele). Edito nel 2005 da Derive e Approdi il libro è velocemente esaurito. Cibele lo ha ristampato aggiungendo una introduzione dell'autore Michele Marziani. Il libro è in vendita sul sito di Cibele http://www.cibele.it/ e contribuirà a sostenere l'Associazione "Sapori Reclusi" dedicata a facilitare la comunicazione tra realtà culturali, sociali e geografiche diverse.

mercoledì 15 settembre 2010

Google celebra Agatha Christie











In occasione dei 120 anni dalla nascita di Agatha Christie, che nacque il 15 settembre del 1890 a Torquay (cittadina inglese della contea di Devon) Google celebra oggi la scrittrice con un logotipo dedicato sulla propria home page,ovvero la scritta Google in una ambientazione thriller. Negli anni 20 la Christie inizia a dare vita al suo personaggio più celebre, Hercule Poirot. Un trasferimento in treno a Baghdad nel 1934 ispirò quello che è forse il libro più celebre della Christie, "Assassinio sull'Orient Express". Nel frattempo nel 1930 con "Morte nel Villaggio" dalla sua penna emerse un altro famosissimo personaggio, Miss Marple. Omaggio dunque alla celebre scrittrice anche su Nero Cafè per questo speciale anniversario.

martedì 14 settembre 2010

Anteprime Film: L'Immortel (22 Bullets)

In uscita a Novembre 2010 il film L'Immortel (22 Bullets) di Richard Berry con Jean Reno. Charley Mattiei ha chiuso con il suo passato da fuorilegge, e conduce una vita tranquilla con la moglie e i figli. Ma una mattina viene abbandonato nel parcheggio del vecchio porto di marsiglia con 22 pallottole in corpo. Contro ogni aspettativa non morirà. Una storia ispirata da fatti realmente accaduti, ma dove tutto è inventato, nel cuore del milieu marsigliese.

Pisa Book Festival


Dal 22 al 24 ottobre in programma Pisa Book Festival, kermesse editoriale caratterizzata da incontri, presentazioni, laboratori di scrittura, seminari. Per maggiori informazioni: www.pisabookfestival.com

domenica 12 settembre 2010

Pordenonelegge

Dal 15 al 19 settembre XI Edizione di "PordenoneLegge" Festa del Libro con gli Autori. Tanti appuntamenti interessanti in programma durante i cinque giorni della manifestazione. Per il programma completo rimandiamo al sito http://www.pordenonelegge.it/ Partecipazione di molto autori importanti, tra cui citiamo l'apertura di Michela Murgia, fresca vincitrice del Campiello di cui abbiamo parlato nei post precedenti, e la partecipazione del maestro Dario Argento. Per il resto ci saranno 19 prestigiose anteprime e 150 incontri in 37 location.

1° Concorso Intervista Nero Cafè


Imminente l'intervista di Nero Cafè alla scrittrice Marilù Oliva, finalista al Premio Camaiore 2010. I nostri lettori potranno partecipare attivamente all'intervista inviandoci entro il 25 settembre delle domande per l'autrice via email (nerocafe@live.com) o tramite l'area discussioni del nostro profilo di facebook. Le migliori domande prevenute saranno inserite nella scaletta dell'intervista e pubblicate. La domanda più originale sarà inoltre premiata con una copia del romanzo "Repetita" di Marilù Oliva. Partecipate tutti! Segnalato su Concorsi Letterari.net (http://www.concorsiletterari.net/)






sabato 11 settembre 2010

Il Noir Vince al Campiello


Michela Murgia con il romanzo Accabadora (Einaudi) si è aggiudicata la XLVIII edizione del Premio Campiello. Una affermazione per il genere Noir in un premio prestigioso. Michela Murgia racconta la Sardegna degli anni cinquanta affrontando un tema complesso senza semplificarlo. L' "accabadora" in sardo è colei che finisce, una donna che pone fine alle sofferenze dei malati, li accompagna alla morte.Davanti alla comunità il suo non è un gesto da assassina ma quello amorevole e pietoso di chi aiuta il destino a compiersi.

Nebbia Gialla 2010


Domenica 19 settembre sarà assegnazione della prima edizione del Premio Nebbia Gialla per la letteratura noie e poliziesca. I Finalisti: Gianfranco Nerozzi ("Il Cerchio Muto" -Nord) Eugenio Tornaghi ("Il Debito dell'Ingegnere" Todaro) e Enrico Pandiani ("Les Italiens" Instar) scelti dalla giuria di qualità composta dal Presidente Paolo Roversi e dai giallisti ospiti dell'ultima edizione del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival, Simome Carasso,Valerio Varesi,Giulio Leoni, Davile Barilli,Patrizia Debicke e Adele Marini.

mercoledì 8 settembre 2010

Un Occhio Perfettamente Blu



Dopo il successo di "La Ragazza dei Corpi" in libreria il nuovo libro di Chelsea Cain "Un Occhio Perfettamente Blu" (Rizzoli). Di nuovo in azione il detective Archie Sheridan ma anche il bellissimo personaggio di Beauty Killer, la serial killer della "ragazza dei corpi" che questa volta evade dal carcere e sarà di nuovo grande protagonista.

lunedì 6 settembre 2010

"Vallanzasca - Gli angeli del male" a Venezia

Proiettato oggi fuori concorso al Festival di Venezia "Vallanzasca, gli Angeli del Male" di Michele Placido con Kim Rossi Stuart. Molte polemiche hanno seguito la proiezione del film che racconta la storia del bandito e della sua banda nella Milano degli anni 70. Le rapine, la droga, le donne, gli omicidi, gli arresti, le fughe dal carcere. La rivalità con Francis Turatello.

I Vincitori di GialloCarta 2010


Antonello Dinapoli si aggiudica il concorso letterario "GialloCarta 2010" con il racconto "L'Aperitivo".La motivazione della giuria: "per l'originalità della vicenda, la scrittura matura capace di creare personaggi veri e credibili, la sapiente costruzione dell'intreccio che procede fino all'imprevedibile scioglimento finale. Gli altri finalisti: Giuliana Anzoni e Paolo Parigi. Complimenti a tutti.

venerdì 3 settembre 2010

300 Parole per un Incubo

Scheletri.com ha indetto la 9 Edizione del Concorso di Narrativa Horror "300 Parole per un Incubo". Il Termine per l'invio dei racconti è il 15 ottobre. Rimandiamo al Sito Scheletri.com per ulteriori informazioni.

giovedì 2 settembre 2010

Il Predicatore

Questo mese disponibile in libreria il nuovo romanzo di Camilla Lackberg "Il Predicatore" (Marsilio) dopo il grande successo internazionale della "Principessa di Ghiaccio". Atteso seguito della serie dedicata a Herika Falck. Un bambino cerca di scalare la Gola del Re, una delle attrazioni naturali sulla costa occidentale della Svezia. Il gioco viene interrotto dalla scoperta del corpo di una giovane donna. Quando la polizia interviene scopre che sotto quel corpo ci sono due scheletri. Appartengono a donne scomparse molti anni prima.

mercoledì 1 settembre 2010

Un Moderno Noir a Venezia


Il leggendario regista Monte Hellman sarà in concorso alla 67 Mostra Internazionale del Cinema di Venezia con "Road to Nowhere"(Shannyn Sossamon, Dominique Swain, John Diehl, Fabio Testi) un nuovo film a distanza di 20 anni da Blind Terror. Un intricato e moderno noir con identità moltiple, un doppio suicidio e un complotto criminale. Per la prima volta un film girato con una cinepresa canon 5D mark II grande quanto una macchina fotografica digitale. Un film dentro un film con una miriade di surreali flashback e svolte improvvise.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...